Archetipi … polarità, integrazione, e creare mondi nuovi

Siamo Archetipi siamo flussi, movimento, scorrere di emozioni e sentimenti, di pensiero remissivo, recettivo, accettante, forte, dominante, inclusivo . Pensiero Vivo.   Iside – Osiride – Nepthis – Seth – Horus. I Cinque dei epagomeni. I nostri più altri Pensieri, viaggiano insieme, nel vascello Reale verso il Sole. Sole: il nostro Cuore. Noi, capaci di polarità e di integrazione, e di creare mondi nuovi. Archetipi viventi. La donna, l’uomo. Ciascuno di noi, al Centro. All’apice e ad ogni estremo limite >>> Continua …

Percorso 3° step

“Il percorso è la presa in carico di se stessi. E’ un dolce carico. Quando è nato il libro “Vittoria, incontrare l’anima gemella attraverso gli archetipi”, non immaginavo cosa sarebbe accaduto quasi un anno dopo. Vittoria è l’ilarità, la leggerezza, anche la determinazione. Certa lei della sua strada nei movimenti della forza, certa di arrivare dove vuole. Vittoria ha detto la sua, nel suo libro ha raccontato di sé, di come si muove nel mondo. Simpatica. Resta vera, autentica ed >>> Continua …

Lo strumento di creazione – Fare il contrario

Lo strumento di creazione – Fare il contrario 22° Parte del Lo strumento di creazione Cambiamo logica. Fuori dalle logiche. Come si può vedere, da un certo punto della numerazione de Le Parti dello strumento di creazione in poi, non si indicano più dimensioni che fanno pensare ad un qualcosa che può avere una sua identità, ma si nota chiaro e tondo che si sta parlando di dinamiche, di movimenti, di strumentazioni, o chiavi, che hanno una qualche collocazione locale, >>> Continua …

Gravità – Movente

21° Parte dello strumento di creazione     Il movente crea la gravità. Noi ce l’abbiamo il movente. Lui, il Mio Signore, sa qual è. E sa di farne parte. Lui sa che fare. Respiriamo. Respiriamo.  Tutto accade da solo. Non verrò più meno a me stessa. Lo sento. “Sento”, non è “penso”. E’ la scelta perfetta. Il Ricordo di sé. Vale per ciascuno. Passerò la notte a ricordare.                                           Noi. Il nostro movente è… in gruppo.  Ri-annodiamo la corda. >>> Continua …

L’azione non azione

20° Parte dello strumento di creazione. La strada è : Non Pensare. Perché così non alimentiamo il piano del pensiero e dell’astrale, ma la concretezza. Se noi continuiamo a.. “pensare” una situazione, la situazione resta nel piano in cui noi siamo come energia. Nel piano astrale siamo onde, e come pacchetti di particelle che scorrono. Il pensiero è onda, se continuo a pensare io mantengo la cosa in stato di onda. La vedo, con l’Osservatore, ma la vedo a_temporale e >>> Continua …

Il Ricordo di sé

“Mi ricordo che sono Gioia”.  [ Anime Gemelle ]   19° Parte de Lo Strumento di creazione   (Arriverò a 22 , come le lettere degli alfabeti, come gli archetipi). Nel ricordo di sé c’è Gioia. Io mi ricordo che sono gioia, per cui ciò che vivo è ciò che ricordo. Se attivo gioia, se creo gioia è chiaro che ciò che mi rende gioiosa è qui. Sto in gioia. Punto. Mi ricordo che sono trapassata da gioia. Mi ricordo >>> Continua …

Eros

Eros è Parte di me. Parte di noi. Eros crea nel flusso della vita. La concretezza della mia creazione è portata da Eros. I 22 movimenti della forza danzano, e io in loro. Grazie a te, anima gemella. Io a me stessa. Meravigliosa creazione. Ora tu, compagno di viaggio, che mi sei a fianco, di fronte, dentro, davanti a spec-chio, e mi chiami. Le anime gemelle i corpi, le mani gli occhi…. e tutto ciò che fisicamente siamo i campi >>> Continua …

Lo strumento di creazione – La squadra di baseball – 18

Lo strumento di creazione – La squadra di baseball – 18 Lo strumento di creazione – La squadra di baseball – 18 (avete i link per le pagine corrispondenti sotto ogni parola) dal 13 al 18 – Le altre sei parti de Il mio Strumento di creazione 13 – Spazio fisico  Resettiamo territorio  mappa – parolaio 14 – Energia a credito – Vibrazione Gratuità moneta  il corpo 15 – Amare se stessi oltre il Maestro Amare se stessi oltre il Maestro significa >>> Continua …

L’Osservatore

Talmente sono Osservatore che quasi non mi vedo. Sono Uno con la realtà che creo, per cui, mentre sono, non mi necessita dire che: – Ci sono. Sto vivendo. Vivere è un orgasmo perenne. Non si parla per niente in certi momenti. Si sta con i flussi. Ci si sospende, ci si dimentica di sé per l’Io sono. – Io, sono. Ecco, è tutto. Sono Osservatore, scelgo di osservare flussi. Scelgo di osservare sentendo. Di mettere in scena flussi. Scelgo >>> Continua …