5° sephirot – Ghevurah – Giustizia

5° sephirot – Ghevurah – Giustizia

Il Vivente – staccare schemi assurdamente irretiti e s-funzionali

5° sephirot – Ghevurah – Giustizia

5° sephirot – Ghevurah – Giustizia

Il mio precedente post, e il video di Dino Tinelli che ringrazio di cuore, hanno suscitato reazioni di ogni tipo. Per cui proseguo velocemente verso il nocciolo della questione e della mia conseguente posizione.

Beh, sappiate che vi hanno insegnato a credere che “bisogna perdonare”. “Bisogna accettare e perdonare“.

Ma, di fatto, la Legge dell’Antico Testamento che dice:

  • Occhio per occhio – dente per dente

non è mai stata soppiantata da alcuna giurisdizione e da alcun Codice di Leggi.

Occhio per occhio – dente per dente – è la Legge Naturale

sta nella Legge naturale da molto prima del popolo ebraico.

Questa la Legge che la nostra parte sana, il corpo, l’inconscio, la parte analogica di noi stessi ha sempre saputo, seguito e perseguito. Applicato.

Sappiamo anche che:

Sappiate anche che, se guardate con più attenzione certi viziacci degli antichi, indotti dai cosiddetti “dei”, alias energie non umane (o parti di noi non integrate, ciascuno le considera come vuole), beh sappiate che l’abitudine, il rituale di “dare in sacrificio al dio di turno il figlio – maggiore – (ma anche qualsiasi altra energia-figlio); bene, questa bella abitudine è sempre continuata nei secoli. Ancor oggi i figli vengono sacrificati per il successo della famiglia. Per i soldi. Può essere che non è il maggiore, ma è un figlio. “Io do una cosa a te e tu dai una cosa a me“, dice il parassita, o Intelligenza Artificiale, o che altro.

Guardando bene 

Sappiate che sacrificare un figlio o un altro componente della famiglia estesa non significa solo ammazzarlo, sacrificarlo in un rituale, prenderne il sangue, significa considerarlo e farlo diventare: o il capro espiatorio della famiglia o colui che si carica tutto il peso energetico della famiglia. Questo membro della famiglia non prosegue, o viene massacrato da tante cose, gli altri proseguono. Gli altri imperterriti e inconsapevoli che la loro vita è nell’abbondanza perché c’è qualcun altro che mette l’energia. Che paga i conti, certo secondo la logica dei parassiti che oggi subiamo). Osservate bene i campi, le dinamiche delle costellazioni. Osservate, e ne vedrete di cose. 

Staccare schemi assurdamente irretiti e s-funzionali

Valutate, questi schemi stanno ancora nella vita di oggi. Se non sciogliamo questi impianti psichici la ruota gira sempre, ancora così, non ne usciamo. Con grande sollazzo di tutti i parassiti che continuano a mantenere l’umanità in questo allevamento. Osserviamo, valutiamo, agiamo dentro, dentro vanno scardinati questi impianti psichici. L’umanità devi riprendersi tutto quello che ha dato via, che ha svenduto ecc ecce. “Dentro” significa che noi stessi siamo alla radice di questa perversa separazione da noi stessi, e paura di non avere l’anergia per vivere bene sulla Terra. Ma, prima di vederne l’origine, vanno scardinati i fantasmi, le pseudo cause, quelli che chiamiamo parassiti di tanti tipi e che, secondo me, alla fine, scopriremo essere semplicemente una nostra dinamica interiore. Ma bisogna mettersela davanti, non rimuoverla.

Questa malefica credenza che per avere un posto nella vita sulla Terra abbiamo bisogno dell’energia di altri esseri ha coinvolto tutti i viventi. E l’umanità s’è fatta protagonista di massacri e saccheggi su tutti i viventi e sulla Terra stessa.

Giriamo sempre attorno agli stessi presupposti

Abbiamo dimenticato che la Fonte di qualsiasi risorsa sta dentro di noi, non fuori. E forse, non lo so, davvero altre entità hanno portato questa nefandezza sulla Terra. Ma certo, la creazione è UNA, quindi, chi sono queste energie parassitanti? Davvero entità esterne a noi o, alla fine, sono dinamiche dentro di noi? Delle quali abbiamo perso la consapevolezza e non le sappiamo gestire?

O, qualcuno, in una qualche fase o epoca, ha messo dei messaggi, delle informazioni e insegnamenti per deviarci dalle dinamiche sane? E’ possibile.

Questo sono le religioni, le politiche, i governi, i capi, ecc. Tutto ciò che mettiamo al nostro individuale – singolare – posto. Dove invece dobbiamo stare noi, ciascuno di noi. Al centro.

Ma anche: questo sono mio padre e mia madre, mia nonna, qualsiasi mio familiare, o io stessa, nel momento che, inconsapevolmente, continuiamo nei rituali e nella mattanza.

Pare non etico, invece è estremamente etico

Anche io sono madre e mai avrei fatto questo consapevolmente ai miei figli, ma di fatto accade. Perché lo schema lavora. Sta a me, fermare questo “stare nell’allevamento”. Sta a ciascuno che lo vede e vuole la sua vera, reale libertà. Dove il primo passo da fare è riconoscere l’errore, anche verso il figlio, o verso chiunque. Allora davvero fermiamo questa ruota.

Per fermare la ruota, dobbiamo fare il contrario: Molto radicalmente. Per cui: 

dentro di me, solo dentro, è dentro che devo trasformare il campo, il resto fuori, si modifica da solo. 

Sì occhio per occhio dente per dente.

Mandare indietro tutto.

Anche a mia madre, a mio padre, ai miei fratelli.

Basta giustificare, perdonare, accettare. Se si perdona ci si prende il carico, il karma, il fardello che l’altro ha causato, oppure di chi, nelle generazioni l’ha causato. Lui sta bene e noi stiamo sempre peggio.

Io, che sono figlio, nipote, pronipote, erede in una famiglia o in un popolo nego il consenso ad essere il capro espiatorio, la risorsa energetica per chiunque altro da me, compresi i miei familiari.

Ghevurath – 5° sephirot – LA GIUSTIZIA

Mettiamo ordine portando la GIUSTIZIA – 8° archetipo – 8° arcano maggiore – funzione PROTEGGERE – H – n. 8.

Portiamo LA GIUSTIZIA COSMICA NEL SISTEMA.

Portiamo la GIUSTIZIA a noi stessi. 

PORTO LA GIUSTIZIA A ME STESSA. 5° GHEVURATH.

5° Ghevurah: o Pahad o Di – Potere, il Timore, la Giustizia, il Rigore, il Giudizio – la mano e il braccio sinistri.

Non serve che io dica di più, osservate nelle vostre vite e nei vostri sistemi familiari, osservate bene applicando questi criteri. Valutate e agite. Dentro. Le affermazioni nuove di negare il consenso, di ri-inviare al mittente le dovete fare dentro.

Ciascuno sa farle, e le fa aderenti, congruenti a sé e alla sua situazione.

Usiamo il nostro individuare singolare pensiero.

Credo nel mio pensiero.

Allora sì vanno a segno.

Il Vivente – staccare schemi assurdamente irretiti e s-funzionali

Non vi preoccupate, non venite meno all’amore per i vostri familiari. Anzi. 

Portiamo LA GIUSTIZIA COSMICA NEL SISTEMA

Scardiniamo gli impianti del Vecchio Testamento che ci parassitano. Così come tutti gli altri che ancora stanno in noi e provengono da civiltà.. abitudini che …eravamo… oggi non siamo. Sta nella psiche antica, ma sta qua, e agisce dentro di noi. Il fatto che a noi arrivano dal Vecchio Testamento, ma vedremo che riguarda anche il Nuovo, non significa che questa presa di coscienza riguarda solo i credenti in queste religioni. Queste tradizioni sono intrise in tutta la nostra cultura.

Come un grande schema trasparente, che non vediamo, ma che ci costringe in pensieri e comportamenti disumani, tali e quali quelli di secoli fa. 

Tenete conto che gli umani, veri, sulla Terra sono forse il 20%. Il resto non lo so, le ipotesi sono tante, ma li teniamo accesi noi. Spegniamo sti zombi. Parassiti.

Bene, il prossimo post mi occuperò del Nuovo Testamento.