Nel mondo del pensiero – 1° dis-installare

Nel mondo del pensiero – 1° dis-installare

Nel mondo del pensiero – 1° dis-installare

Scoperchiare tabù culturali religiosi esistenziali politici economici finanziari relazionali scientifici tecnologici etc etc…

Spesso nella vita i sensi di colpa sono stati tremendi. D’altronde abbiamo impianti arcaici sul senso di colpa, fin dalla Genesi (tanto per dire una radice che riguarda tutto l’occidente, anche coloro che credono di esserne esenti) .

Oggi bisogna avere il coraggio di andare a scardinare impianti, credo religiosi ed esistenziali considerati assoluti, inamovibili e indiscutibili. Avere il coraggio e la forza di guardare in fondo ad affermazioni e comandamenti come quelli di cui vi parlo nel post …. 5° sephirot – Ghevurah – Giustizia. E negli ultimi post che seguono.

Una cosa è certa: scardinando comandamenti, leggi, dogmi religiosi e civili, credo familiari, appartenenze familiari e sociali, consuetudini familiari, etiche, sociali, economiche.

Apriamo le sbarre della gabbia.

La gabbia psichica è fatta di informazioni che sono messe a fondamento del nostro saperci su questo pianeta, di credo indiscusso e acritico al sistema di relazioni familiari e sociali, di credo indiscusso nelle religioni, nelle scienze, nelle conoscenze ed informazioni.

Più a monte di tutto questo mondo mentale che riteniamo vero, unico e sacrosanto c’è l’intenzione di esseri a tenerci dentro la gabbia e a considerarci batterie a cui risucchiare tutta l’energia.

Guardare le sbarre. Il fatto è che tali sbarre sono talmente “uno” con il nostro “presunto” essere, che mai penseremmo di mettere in discussione presupposti della vita e delle relazioni umane.

Proprio questo va fatto.

E, il sentirsi esseri viventi, umani, liberi, è automatico

Ora mi ripeto: osserviamo la nostra vita, mettiamoci il punto di domanda, e, se lo permettiamo, vedremo che l’intuizione ci mette davanti l’origine di atteggiamenti sempre considerati sacrosanti, invece sono le sbarre della grande gabbia psichica in cui siamo stretti.

Scoperchiare tabù culturali religiosi esistenziali

Nel mondo del pensiero – 1° dis-installare

quindi, ve li ripeto, sarò dissacrante:

  • ama i tuoi nemici 
  • fai del bene a color che ti odiano
  • onora il padre e la madre
  • io sono il tuo Dio non avrai (comandamento da cancellare e basta)
  • Non giudicare per non essere giudicato
  • non maledire
  • perdona sette volte sette 
  • la vita è sacrificio
  • ama il prossimo tuo come te stesso
  • si impara con sofferenza e dolore
  • il dolore è terapeutico

Questo è ciò che ci riporta dentro al senso del dovere, sempre. Alla Legge, alla vita impostata giuridicamente.

Noi siamo pre-giuridici – naturali – pre-giudiziali.

Siamo naturali. Ricchi di buon senso e di senso di realtà. Tutto ciò che ci sembra di essere è imposizione, è Intelligenza Artificiale.

Se ritroviamo la naturalità siamo già fuori matrix.

Scoperchiare tabù

Ecco queste e tutte le altre sono comandamenti inculcatici come un credo religioso. Obbedire a questi comandamenti ci ha tolto dalla stima di noi stessi, dalla nostra forza, dalla nostra potenza.

Secoli e secoli di lavaggio del cervello, di ricatto psichico.

E’ tempo di toglierci da queste pippe. Provate a denunciare, maledire, criticare, condannare, non perdonare.

Scoperchiare tabù culturali religiosi esistenziali politici economici finanziari relazionali etc etc

Provate ad agire questa “terra di mezzo”. C’è sempre tempo per perdonare, DOPO, e non è scontato.

Quelli che ce li hanno imposti, e non sto parlando solo della Chiesa ma dell’élite che da qualche secoli domina il mondo, s’è messa al riparo da ogni giusta e sacrosanta reazione e giustizia. Imponendo a noi non solo la schiavitù ma un sistema che ancora si rivolta su noi stessi e così noi <portiamo il carico sia dei nostri atti e che di quelli della parte che ci parassita.

Poi arriva la new age e pare la risoluzione. Altra grande illusione e balla:

  • gli altri fuori sono il tuo specchio
  • proietti fuori ciò che sei tu dentro
  • il mondo è ciò che sei
  • amore amore amore
  • peace & love
  • ohhhh.. peace and love!
  • si impara con sofferenza e dolore
  • il dolore è terapeutico
  • lucette lucette lucette
  • energia chakra yoga rilassamenti amore amore amore
  • tu sei il creatore delle tua realtà (anche io continuo a sostenerlo ma ci sono delle precisazioni) 

Scoperchiare tabù culturali religiosi esistenziali

Provate – sperimentate

Togliete tutti i comandamenti. Odiate vostra madre. Odiate vostro padre. Maledite. 

Fate questo passaggio che vi pare impossibile, eretico, dis-umano. Abbiate il coraggio di fare questo passaggio. Solo quando accetterete questa passaggio e lo farete vedrete che cosa c’è oltre. Solo quando arriverete a non aver paura delle ritorsioni, delle superstizioni, delle minacce e ricatti infantili.

Dopo, fatto davvero e fino in fondo il passaggio. Lasciate essere e lasciate andare.

Ma non potete perdonare se prima non avete : arrestato, giudicato, condannato, distinto, maledetto, separato da voi stessi.

Sadé 18 archetipo – separare – tagliare.

Anche le mie stesse radici, chi mi ha dato la vita, chi mi ha immesso e insegnato tutto questo.

Io sono altro

     

Scoperchiati tabù culturali religiosi esistenziali politici economici finanziari relazionali scientifici tecnologici etc etc