Nuova Matrice – Spirito

Nuova Matrice – Spirito

Nuova Matrice – Spirito

Nuova Matrice – Spirito

Pensieri sparsi ma ugualmente centrati.

Questo è tutto meno che un pezzo spirituale. Questo mette Forza al giusto posto.  

Attivare lo spirito, attivare l’equilibrio tra energia femminile ed energia maschile – sane – attraverso i segni e i simboli delle civiltà in cui, tali energie sane sono.

Spirito è stato messo fuori negli ultimi secoli, sicuramente l’ultimo secolo. Spirito è il vigore, ma il vigore corretto, sano (lo dirò spesso qst aggettivo) . Spirito è l’etere, e vedi caso, l’etere è stato escluso dalla fisica, dalla Tavola di Mendeleev, risultato, abbiamo perso l’energia libera, la free energy, la capacità di prendere l’energia dal cielo, ed averla gratuita (vedi Tartaria).

Viviamo un’economia di energia a debito. Dovremmo stare in un economia di energia a credito. Tutti i tipi di energia.

Spirito è il movimento maschile, ma il maschile sano, non quello che vediamo agire nel mondo di fuori oggi. 

Ci rendiamo conto che: 

Abbiamo puntato tutto su “anima”. Quando parliamo dell’analogico, del non materico, non materiale, non concreto, parliamo di “anima” quasi mai di “spirito”. Ecco, abbiamo esaltato all’interno la parte femminile, ma esasperando il femminile abbiamo perso di vista il valore e la funzione del maschile come forza, correttezza rettitudine, coerenza, rigore.

Abbiamo esaltato sentimenti, emozioni portandoli oltre il loro giusto essere ed agire: leggendo noi stessi e i vissuti dall’emozionale, ma staccato dall’osservare quieto, pacato, retto, severo, del movimento maschile. 

Sto parlando di energia maschile ed energia femminile.

Movimento maschile, movimento femminile.

Dinamiche, condizioni, dimensioni, status che stanno ambedue in ogni essere vivente, prima ancora di cadere nella realtà materica ed essere femmina o maschio.

Ed ecco che, dalle nostre confusioni, siamo immersi in visioni del mondo, atteggiamenti, filosofie religioni politiche dell’accondiscendere, giustificare, accogliere senza recriminare né discernere. Esposti a branche di sentimenti, sentimentalismo, buonismo, emozioni, emozionalismi, immersi in acque confuse, che accettano tutto e niente. Senza orientamento. Certo, ci manca la centratura sana. Anche la rigorosità, la giustizia.

Le palle.

Siamo strafottenti, presuntuosi, egoici. Questo non è il maschile sano, è la protervia. Il maschile sano nasce, trova la sua origine e sorgente, e nutrimento, in un femminile interiore centrato. In un dialogo, una danza continua tra le due energie.

Metto subito la proposta:

lavorare con i segni e simboli gilanici per dare spazio a spirito, che riattivi la sua potenza – funzione – il vigore – dentro di noi

affinché spirito – anima, queste due parti fondamentali: energia maschile – energia femminile, ritrovino in noi, nel collettivo, nella storia, nell’adesso, l’equilibrio.

Segni e simboli gilanici – li allego in immagini di questo post per molti altri metto qui

il link del post in cui li ho collocati.

Avete qui segni circolari e segni a V , gli chevron. Per la spiegazione dei due grandi gruppi di segni, vi ri-invio ai post sopra citati e qui sotto:

spiegazione dei segni qui:

gli chevron, ossia i segni a V stanno ad indicare “la forza della vita”. Il segno V è l’inguine, il ventre.

Dal V – ventre nasce la vita. I segni V stanno a attivare e riportare qui la forza vitale.

I segni a V erano collegati a ciò che si voleva indicare come “sacro”. Dove “sacro” sta per ciò che è “naturale” – “vitale”. Le connotazioni antiche, o parallele, ossia quelle oltre la nostra mante fissata in schemi artificiali ed astratti; la nostra mente sana, naturale, pura, faceva del “sacro” semplicemente l’ambito di ciò che è “vitale” e “sano”.

I segni circolari indicano la forza vitale come movimento. La vita è movimento. Sempre. Questo ciò che i segni circolari: spirali vortici cerchi, onde, ecc attivano e catalizzano dalla nostra memoria.

Nuova Matrice – Spirito

Segni e simboli vi possono essere utili per riprodurli. Laboratorio: disegnarli colorarli, crearli con legno argilla fili terre. Scolpirli, suonarli, danzarli, cantarli, ecc 

Ripercorrere segni e simboli ha il solo e semplice scopo di richiamarli dalla nostra memoria, così che si rendano presenti ed attivino quelle chiavi energetiche che le civiltà possedevano ed usavano quando comunicavano con questi segni. 

Ora proseguo con quanto volevo dire per ricongiungermi poi al lavoro con i segni e i simboli come chiavi energetiche.

Nel mondo di fuori, nelle relazioni, nelle situazioni – tutte – 

  • forse, qualcuno, gli eventi, le energie di controllo e prevaricazione, possono sottrarci qualche energia, nel qual caso è sufficiente mettere l’impostazione:
  • Nego il consenso a qualsiasi vampiraggio delle mie energie.

Le energie 

Detto per ogni tipologia di energia:

energia materica, astrale, animica spirituale intellettiva emozionale sessuale finanziaria economica individuale sociale collettiva astronomica geologia religiosa manuale intellettiva spirituale animica psichica mentale esoterica sensuale seduttiva di orientamento. Di navigazione di progettazione produzione di ritorno di feed back di riconoscimento. Sciamanica esoterica astrale geopolitica monetaria naturale solare lunare astronomica astrologica stellare minerale vegetale animale creativa produttiva informatica nanomolecolare atomica elettrica elettromagnetica nucleare nucleare forte nucleare debole spaziale temporale geometrica numerale regale nobiliare aliena archetipa archetipica arcaica attiva sedata sveglia addormentata. Di riconoscimento di rinascita di risveglio di temperanza di reazione di accettazione di incertezza di consapevolezza di guarigione. Di rottura di separazione di costruzione di aggregazione di speciazione 

potrei continuare. Per ogni mio movimento, per ogni stato dell’essere c’è un tipo di movimento e quindi di energia. Di frequenza. Alla fine, la chiamo energia e basta, ma so quante, e ancor più, le mille e una parti di me si stanno manifestano nelle mille e una e più energia che da me promanano.

Sono a specchio.

Sono radiante.

Fino a che mi vedo negli specchi sono in anima.

La Terra vista dall’immagine che sta di essa sulla Luna è animica. Terra si specchia in Luna.

Dipendenza.

La Terra che non ha più la necessità di sapere che essa stessa è nello specchio di Luna, la Terra è autonoma e irradia.

Fine delle dipendenze.

Dal sole, dalla luna, dai pianeti, dalle galassie. Oh, sicuramente una danza tra soli stelle e pianeti Terra la creerà. Senza fretta, senza la necessità di essere danza, 

Terra, è Terra. Ella sta al centro di se stessa e del cosmo da sola. Autonomamente.

Ha, non solo l’energia, ella ha Forza.

Energia è Anima.

Forza è Spirito.

Sto in Spirito. 

Nuova Matrice – Spirito

Le immagini che scorrono dentro alla mia testa si susseguono velocemente, non le fermo. Non mi interessa certo interpretare ciò che mi passa. Accade e basta. Può anche smettere, do lo stesso peso e valenza sia al fatto che qualche informazione mi attraversi come per lo stare in una specie di vuoto mentale. Scelgo non in base a ciò che penso ma in base a come sto.

Dice Elémire Zolla: nell’esperienza metafisica sogno e veglia si equivalgono.

Discernere 

Mi preoccupo piuttosto di rendermi conto di quali grappoli di pensieri mi disturbano o destabilizzano, così provvedo subito a fermarli. Di essere pronta a nutrire e incentivare qualsiasi pensiero mi porti gioia e leggerezza. Vi confesso che tutti i pensieri relativi al sistema: bollette, fatture, avvisi, pagamenti, burocrazie varie; tangenti, assicurazioni, finanziamenti… mi disturbano. Me ne rendo sempre più conto, e il senso del dovere non ha più presa in me. Per cui, evito tutto ciò che sa di sistema imposto e parassita. Evito il più possibile. A volte prendo provvedimenti, appunto per evitarlo sempre più.

Per quanto riguarda me, ogni giorno di più mi do da fare per far sparire il sistema e, per essere io, invisibile ad esso.

Così, con questo mio unico lavoro/gioco di scansare il sistema e le sue propaggini, mi ritrovo davvero a riconoscere che: abbiamo assecondato e “gonfiato” troppo anima e indebolito spirito.

Bisogna ripristinare spirito: riconoscere a spirito la valenza, la funzione, il potere. Far sì che spirito irrompa sempre più fortemente e velocemente nell’economia delle parti fondanti del sé. 

Nuova matrice – spirito 

Cosa possono essere spirito, anima, mente, corpo, non so perché ci metto anche “etere”?

Ah, sì, perché “etere” e spirito sono la stessa dimensione percepiti da due posizioni diverse. Vuoi vedere che, dato che lasciamo agire spirito, nominando lui invece che: anima… anima… anima.. quando parliamo delle nostre parti sottili, spirituali, animiche, esistenti ma non materiche, insomma tutti i discorsi sempre fatti in linguaggio olistico e spirituale.

Se invece di dire: anima anima… pronunciamo: spirito spirito spirito... vediamo che accade nel nostro mondo di fuori.

La capite la differenza di anima e spirito? Il rischio che stiamo correndo dall’aver assecondato e celebrato troppo anima e poco spirito?

Nuova Matrice – Spirito

Anima è cedevole, arrendevole ma, questa sua propensione all’accettazione – diciamo che come dinamica è femminile – accetto – thet – 9° archeipo – Th – ha esaltato, anche esasperato le nostre parti cedevoli, arrendevoli, accettanti, subenti, e siamo dove siamo. Che accettiamo qualsiasi vessazione, prigione, dovere e imposizione. Accettiamo, perdoniamo, cediamo, accogliamo tutto e tutti, e ci stiamo massacrando e annullando. Eh, certo, abbiamo permesso che tutti i nostri spazi interiori e materici venissero penetrati, prevaricati, invasi, occupati, dominati, controllati.

Come mai non abbiamo saputo attivare le protezioni? Het – 8° arcehtipo – proteggere. Ogni essere vivente è naturalmente protetto. Oggi pare proprio di no. Come mai? 

A forza di insistere con “anima” accetta, fai spazio, comprendi, capisci, compatisci.. perdona.. ri-perdona.. abbiamo permesso che la forza bruta delle paure, delle ignoranze, delle menzogne, delle illusioni, degli psicopatici avessero il sopravvento. Buonismo buonismo buonismo, finzione, illusione, perbenismo, moralità.

Spirito ha le palle. Spirito avrebbe detto:

  • di qua non si passa.
  • nego il consenso.

avrebbe alzato le paratie, le barriere, le giuste protezioni. Le palle insomma.

Spirito.

Chiamiamolo. Basta questo, alimentiamolo di respiro, di voce, di attenzione, accogliamolo.

Maschile.

Sì, il maschile, quello sano, che nasce da spirito. 

Chiamiamo l’equilibrio tra le due parti di noi: spirito e anima. E di tutto ciò che dalle loro energie e dalle loro dinamiche consegue. Mettiamo a posto i grandi impianti dell’essere terrestri, esseri viventi, femmine e maschi. Energie: femminili maschili. Movimenti della forza vitale: femminili e maschili. Il resto prosegue sano se i fondamenti sono sani.

La prima differenza è nel pensiero. Ciò che pensiamo si fa sano.

Pensieri sani – realtà esterna sana.

Pensieri sani – sentimenti sani – emozioni sane – creazioni sane – situazioni sane.

continua ma, meno si scrive e meglio è. 

 

 

2 thoughts on “Nuova Matrice – Spirito”

Comments are closed.