Pianeta felice – Pianeta verde

Pianeta felice 

Ri-propongo questo post perché ci sono stati degli aggiornamenti. Ho accelerato i tempi. 

images
Pianeta felice

 

Siamo al 15 febbraio 2017

“il 21 marzo 2017

ripeto

2017

siamo sul Pianeta verde”

Pianeta felice

il nostro, 

noi condividiamo questo territorio.

uno spazio in cui la dualità diventa spinta seduzione gioco,

anche vuoti e pieni da concertare,

spericolatezze rischio e fantasia

camminare insieme e da soli,

qualsiasi dinamica e contesto possiamo immaginare e sperimentare.

Abbiamo il coraggio, la coerenza e la saggezza per ri-tarare le nostre energie, le nostre relazioni. Per ri-formulare i nostri punti di forza.

Vado al cuore. Qui attingo archetipi n a t u r a l i quindi: equilibrati – sani – congiunti – gemellati – autonomi – gratuiti. Tutto il meglio di una strumentazione che sostiene il Terrestre che sono.

I movimenti:

lamed – L – 12° arché – misuro – il navigatore

zain – Z – 7° archè – vado all’eterno – avvitolo il tempo – un vortice – entro in profondità – sposto il centro molto più nelle profondità del mio programma – vedo e sperimento altro di me – che metto in connessione con tutte le mie esperienze precedenti. Riconosco altro di me e mi conosco

fè – F – P – 17 arché – espando – espando spazi frequenze movimenti intenti contatti messaggi

La forza, chiamiamola a m o r e, nei movimenti centrati ed equilibrati ri-misura, ri-allinea tutte le nostre proiezioni, le nostre manifestazioni, Allontana. Avvicina. Accorcia. Ri-muove. Ri-formula. Ri-accorda. Ri-produce. Ri-conduce. Ri-proietta. Ri-mette in scena.

Guardiamo ancora oltre, siamo sempre proiettati oltre ma ci stiamo godendo il qui e ora. Abbiamo fatto chiarezza, qua, dove ci preme fare chiarezza, essere, stare, esaltare, riposare. Abbiamo detto con semplicità e nudità i nostri sentimenti, anche le nostre difficoltà, soprattutto le nostre gioie. Ora le confidiamo a chi ci è a specchio e le comprende, anzi, ci dà l’angolatura giusta per guarire, superare e “sentirci”, “essere qui”, dove abbiamo sempre saputo di essere. 

Terrestri amanti di se stessi, di quanto hanno visto di sé, di quanto hanno spinto sull’ologramma del Tutto e sul paradigma di sé. Sapendo che ai più alti obiettivi è naturale essere allineati.

Così è – è così –

e accade.

Tutto ciò che vibra e fa sentire vivi.

Questo è Pianeta felice.

Fa scoprire sempre nuovi territori in cui inoltrarci e tracciare mappe.

Concertiamo e integriamo anche ciò che vorremmo lasciar fuori, applichiamo quindi – La scelta perfetta – 

Oggi siamo: riconoscimento – autostima – canto di sé e dell’altro – risuonare – attrarre – concertare – dialogare – affermare e ottenere risposte consapevoli e ri-specchianti il bello e il meglio di sé e dell’altro. 

La forza è armonia

qui nel Pianeta felice