Umano – Tiritere – 1 – gli arconti

Umano – Tiritere – 1 – gli arconti

Umano

MEMORIA

Questo pezzo è una raccolta di informazioni che vengono dal mio modo di percepire e comprendere ciò che sto vivendo, e di riflessioni. Non è facile mettere insieme queste impressioni, né il come proseguire. Si va, senza certezze, le cose consolidate definite non ci sono, sono rimaste indietro, l’avanti è tutto da inventare momento per momento.

Qui siamo ad alcuni fili finali che vengono al pettine:

  • della Giustizia – archetipo het (proteggo) – arcano 8 – La Giustizia
  • del Giudizio – archetipo res (perfeziono) – 20 – arcano Il Giudizio.
  • Cosa c’è oltre, lo vedo mentre lo vivo.

l punto è che bisogna mettere mano agli arconti.

ARC

fanno:

arché

arconti

arcani

archetipi

arcaico

ARC

chessaràmmmai 

 archeo – Der. del lat. archaeo-, dal gr. archaíos “antico”. Primo elemento di parole composte, in cui significa “antico, primitivo”.  

dico arc e qualcosa  va impattare un altro livello del cervello. 

Mi sa che arc è un qualcosa che sta tra inconscio e cervello. Meglio detto, mi sa che arc è un qualcosa che sta tra la parte arcaica naturale del mio sistema e la parte razionale, ossia la materia grigia di ultima genesi. Arc fa parte di tutto ciò che abbiamo sempre onorato, adorato, dato per certo scontato, più antico saggio di noi, ma che – di fatto – non abbiamo mai davvero indagato.

Arc: un po’ tabù.

arc è un ponte

arc non è:

  • tutto ciò che è antico e che sta depositato nel sistema libico, nell’inconscio, ossia in quelle parti del sistema che contengono, conservano i dati, quelli essenziali della sopravvivenza ma della sopravvivenza non solo fisica, naturale, bensì quei dati che orientano e determinano i comportamenti umani anche da un punto di vista di interazione con il territorio, con la collettività ecc, insomma quei dati fondamentali per cui, se io non mantengo determinati criteri e agire, viene compromessa la sussistenza e la sopravvivenza stessa di me, della specie del pianeta. Quindi quelle istanze di cui ci si preoccupa tanto oggi ma non si riesce a fare granché. 
  • No no, è un po’ diverso.
  • ancora, gli arc non sono una struttura fissa e stabile che sta da una parte del nostro strumento di creazione, ossia di quel pc – sistemico che ci tiene in vita qui sulla Terra e che ci immette nelle situazioni. Siamo piuttosto statici e fissi, viviamo tra i concetti i monoteismi le idee chiare e distinte (che non lo sono per niente) tra certezze e sicurezze. Ecc ecc, già si sa come la penso sulla realtà.

Gli arché, gli arconti. Avete presente quelli che BiglinoZecharia Sitchin, ecc chiamano Elohim, vale a dire quelli che pare siano le potenze, artefatte prepotenti e balorde, che hanno manipolato il DNA umano, capaci di interferire sul DNA ma privi di amore per l’umanità. Insomma, li chiamiamo anche alieni.

Ma sono energie, e si chiamano anche: i potenti della Terra. Tutti coloro che concepiscono la Terra, la natura, gli esseri viventi compreso gli umani come risorse energetiche da sfruttare, ecco, una buona parte di arc sono così, pensano la Terra e le sue esistenze così, sono arc.. gli arconti gli alieni Elohim, El.. Al..El.

Ci sono anche gli arc che amano la Terra e i suoi abitanti, certo che ci sono, ma non fanno nulla per dare una mano. Quindi non sono né onesti né utili neanche questi perché non denunciano il grande inganno. Perché se dicessero la verità perderebbero questo pseudo diritto di predare energia dai terrestri. Sì, anche i cosiddetti … buoni… Al El… angeli, arcangeli alieni, Maestri di luce, di consigli e giudizi.. Tutti quelli che hanno sempre preteso di insegnare giudicare i terrestri e gli umani, tutti sono responsabili di questo continuo reiterato nascosto fraudolento vampiraggio su Terra e viventi della Terra.

Possiamo identificarla anche con il maschile. La vibrazione e il modo di essere del maschile così come si muove in matrix. Certo, stiamo indicando il movimento dell’energia maschile nella situazione di induzione – controllo – gestione degli questi arc, che esprimono del maschile i più esasperati atteggiamenti.

El Al an elohim alieni tutte energie con un’intelligenza ma esonerata dal corpo di carne, o dai corpi – bio – che sono sulla Terra. El Al an elohim alieni hanno un approccio a se stessi e al mondo razionale, logico astratto autoreferenziale mono-identitario, insomma tutti movimenti impostati sull’affermazione di sé che non hanno esperienza del movimento corrispondente che è l’accettazione il fare spazio ovvero i movimenti dell’energia femminile.

Ecco che la manifestazione chiara lucida della manipolazione e interferenza di tutti questi arc sulla Terra la potete individuare in tutte le forme di cultura , di tradizioni, di codici di leggi, di istituzioni che manifestano:

  • prevaricazione
  • controllo
  • odio efferatezze verso la donna
  • soprusi sulla donna
  • efferatezze costrizioni mutilazioni sulla donna
  • controllo dei territori
  • guerre
  • imposizione di mono-ideologie mono-religioni mono-culture mono-economie
  • sfruttamento sconsiderato delle risorse della terra
  • portare il senso ultimo della vita al denaro. Rapportare, misurare tutto col denaro. 
  • portare il senso ultimo della vita ai metalli. Rapportare, misurare tutto con i metalli e la tecnologia. 
  • uso dei terrestri e dell’umanità come risorse di energia 
  • tutte le malattie le scienze le medicine quando non sono naturali e di auto guarigione
  • uso della vita dei terrestri, dell’uomo della donna dei bambini
  • finzioni bugie manipolazioni sulla propria stessa vita e su convivenza sociale civile degli stati

potremmo continuare, infine: tutto ciò che va contro la vita, la prosperità, il benessere, la prosecuzione della vita per anni secoli, fino a che l’anima del singolo abitante della Terra lo decide, finalmente libero dal limite che questi esseri hanno imposto spostando il senso della vita dei terrestri da onorevole e pienamente godibile per ogni esistente a .. batteria, risorsa di energie solo per un gruppo di alienati del cosmo.

Oggi sono i degenerati che governano” dice in Il pianeta verde. Ecco, i governanti della Terra sono degenerati perchè sono indotti.

Purtroppo, in questa situazione, non equilibrata e più sotto capiremo il perché tutta la parte arc prende energia dai terrestri. Neri e anche bianchi. Non solo la parte lucifero ma anche la parte michele e tutti gli el el an an. Ossia tutta la parte astrale e chi ve ne fa parte può esistere solo se ha l’energia dai terrestri specie dagli umani

Ecco, l’ho detto. E so anche che mi ripeto, ma questa situazione ha le mille e mille sfaccettature dell’esistenza. Ne siamo intrisi. Bisogna uscirne. Serve a me dirlo, rendere parola tutta questa situazione, così la vedo, ne prendo atto perché, solo davanti alla situazione in me si attivano le forze vere, reali, congruenti per uscire da ogni prigione imposta.

Continuando a dire che – sì, alla fine li integrerò – ma ora li denuncio – tutti.

Non si può integrare se non si è compiuto il passaggio della Giustizia e del Giudizio finale.

Per cui, fino a che essi non sono toccati e coinvolti completamente dalla Giustizia e dal Giudizio cosmico – fino a che non hanno sperimentato la loro stessa paura e la loro prevaricazione – vale per i neri e per i bianchi – fino allora essi – tutti – sono distinti separati da me – sadé 18 archetipo – arcano 18 la luna. Ecco… stare sulla luna.. ehhe niente di più instabile destabilizzante improprio invivibile, tutto meno che centratura integrità e certezza, bene, questo è quanto devono conoscere e vivere fin nel profondo. Tanto più che la luna non esiste realmente, essa è una dimensione.

Solo così tutto il mondo astrale sarà integrato, solo dopo che tutte le energie che vi fanno parte avranno sperimentato l’umano e tutto quello che ai terrestri e all’umano hanno fatto.

Il Giudizio finale – 20 arcano – res 20 archetipo.

Ossia il fatto che:

che sulla Terra e sulle esistenze della Terra c’è tutto questo gran d’affare a risucchiare energie e che per questo si manipolano le menti, i cervelli; si inquinano le situazioni, si porta confusione, scompiglio, distruzione, massacri, imbrogli ruberie di ogni tipo, schiavitù, ecc. spezzano le nostre relazioni, impediscono amori, bloccano prosperità, intralciano l’evoluzione delle coscienze, bloccano l’ascensione, immettono confusione nelle menti e nella vibrazione della parole così che la parola dell’altro ci arriva alterata. E tanto altro .. Tutto ciò che dà questa realtà così malata e finta. Da secoli ci fanno vedere vie d’uscita: filosofie religioni scienze tecnologie, ma di fatto, non ne usciamo. Anzi. Non vogliono farci uscire.

Gli uomini, se non avessero queste induzioni astrali sarebbero tranquilli e in pace e sani. Ma se noi fossimo in pace tutti questi arc non proietterebbero più se stessi nel mondo. Infatti tutti i pensieri, gli atteggiamenti e comportamenti di separazione divisione conflitto sfruttamento manipolazione ecc ecce sono arconti, energie non umane ma energie astrali, di esseri che non hanno mai avuto il coraggio di prendere un corpo per tutte le conseguenze che la materia ha, ma anche le bellezze. Ecco, essi vogliono la forza, l’energia delle nostre situazioni materiche, concrete, fisiche emozionali, ma non vogliono l’impegno e la responsabilità di un corpo. Tutto questo loro lo sanno, ma l’hanno tenuto nascosto. Questa l’iniquità.

Oltre tutto non vogliono capire che l’energia dell’altro, non essendo la propria, personale, non serve, inquina, confonde, e comunque non fa funzionare bene il sistema che ciascuno è terrestre o alieno o astrale. Per cui, anche tutte le energie arc, ossia tutte queste energie che si arrogano il diritto di essere considerate identità e pure di valore, sacre, intelligenti, non sono integre né centrate né stanno realizzando se stesse perché non si alimentano della loro energia ma di energie che hanno frequenze diverse. E, per di più questo li rallenta, come il risucchio rallenta noi. Siamo in interazioni terrestri astrali cosmiche sempre più confuse perché ciascuno non vive se stesso. Tutto che gira su se stesso e non evolve. È come mettere una benzina non adatta nel motore.

Eppure, basta poco, ci stiamo arrivando.

Siccome noi umani non vediamo questa interferenza, non sappiamo, e crediamo di essere noi i peggiori e incompetenti abitanti del cosmo, anche perché per secoli e millenni ci siamo lasciati confondere dal loro interferire:

  • Non siamo mai all’altezza
  • Non si è fatto mai abbastanza
  • Non si è onesti sinceri

Sempre tutte tiritere sul fatto che noi – umani – terrestri – eravamo sempre al disotto delle prestazioni. Quanti sensi di colpa abbiamo nell’impianto di psiche?

Ecco: tutto quello che hanno detto di noi l’hanno detto a partire da ciò che essi sono, hanno proiettato se stessi.  Questo sono gli dei – dei creatori – maestri – angeli – e tutta la compagnia. Falsi dei – falsi maestri – falsi salvatori. Falsi attori sulla scena del mondo. E sto chiamando falsi proprio loro eh, quelli che vorrebbero stare qui a insegnare a noi, a gestire le nostre vite. Questa la parte astrale del teatrino in cui siamo, alla quale continuiamo a delegare e regalare la nostra potenza e quindi il potere. Cambia nei suoi aspetti esteriori, pare che siano passati i secoli e che le nostre conoscenze e gli schemi siano evoluti. Al fondo, al di sopra, nel piano astrale siamo sempre alle stesse energie e stesse dinamiche.

Questo Il Giudizio. Questo l’inganno. Questa l’iniquità il piano astrale.

Il Giudizio – 20 arcano – res – li separa dalla terra e dai terrestri, dall’Umano. Li separa tutti e li tiene in sospeso, sulla dimensione impermalente oscura fluttuante incerta di Luna 18 arcano 18 archetipo sadé.

La riabilitazione nel cosmo, l’integrazione verrà solo a partire da autentiche prese di coscienza e autentico agire verso l’Uomo e la Terra.

Io so quello che dico e che faccio: basta Una Coscienza e tutto il Mondo viene di conseguenza.

Ecco ho rivoltato sottosopra le posizioni. Qua gli unici degni di giustizia – rispetto – onore – magnificenza regalità prosperità abbondanza sono I Terrestri e Gli Umani.

Come si arriva a scoprire l’iniquità?

Basta fare un lavoro in se stessi, fare chiarezza dentro e, ecco si percepiscono. Si percepisce che ci sono movimenti ed energie, nell’esistenza, sia dentro che fuori, che… non mi corrispondono e mi trovo a dire:

  • Io non sono – questo.

Lo si dice quando, tale e tanto è stato il rigore su se stessi che s’è dovuto agire che, dato che ancora giustizia non è, è chiaro che c’è qualcosa o qualcuno che ci gioca.

Sennò, per tutto quello che si è fatto rifatto sopportato, forzato, beh la realtà l’universo sono sicura che hanno risposto ma, dove s’è fermata la mia abbondanza? Chi la sta bloccando?

Perché non è la rigidità dei miei pensieri, ormai ho fatto di tutto per ammorbidire e rendere elastici, impermanenti, trasformabili, i miei pensieri, ma è la difficoltà a cambiare direzione, nonostante tutto, nonostante il voler cambiare direzione ed atteggiamento, ecco è questa rigidità che fa dire:

  • Qui c’è qualcosa che non controllo, che però sta in me, che però ancora decide lui, esso, e non io. Però chi deve affrontare subire risolvere guarire il tutto, sono io.

Quindi? Perché non posso gestire tutta la creazione che sono, dato che comunque la responsabilità dell’uscita dall’impasse è solo mia?

Ecco farsele certe domande. E le risposte arrivano.

continua …