Magia – Mozart – L’amore

Magia 

 

Magia – Mozart – L’amore

Folletti Mozart e Aloisia:

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillano nel cielo blu.

 Aloisia

Amo un uomo che vive di suoni

che in ogni mio bacio rincorre una nota,

del genio sono la musa e la donna

avvincenti sento l’incanto e l’abbraccio.

Voglio che sia dentro un punto d’eterno

che resiste al tempo, pulsa e feconda,

che crea vita nuova e dolci armonie

che lascia il segno su questo mio corpo.

 Folletti

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillano nel cielo blu.

 Mozart

Con le mie mani voglio toccare

un amore divino quaggiù sulla terra,

geniale è il percorso se oso volare

oltre gli schemi in cui muore l’amore.

Esser corretti non è esser geniali

trovo le note in ogni mia donna,

così lascio entrar nella vita il divino

e vinco col mio smisurato pensiero.

Chiamo il vento… e il Vento risponde

mi porta nel Sogno, ora Realtà,

brillante diventa ogni pensiero

abbraccio goduto ciò che ho creduto.

 Folletti

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillano nel cielo blu.

 Mozart

Creare note che restino eterne?

Nell’amore le vado a cercare,

ogni donna una stella nel firmamento incantato…

Costanza ho rincorso lassù.

Aloisia, Dorella e Pamina,

Papaghena, Fiordiligi, e Despina

uno spartito ricco di note

ogni donna ha in serbo per me

 Aloisia

(con fare elegante e civettuolo)

Cantare note che restino eterne?

Nel gioco le vado a cercare,

ogni uomo una stella nel firmamento incantato.

L’amore ho rincorso lassù.

Amadeus, Figaro e Tamino,

Don Giovanni, Joseph e Papaghino

serenate ricche di note

che ogni uomo canta per me.

 Mozart

(Mozart incassa il colpo con sguardo allegro ma sorpreso)

Ogni donna una voce, un sorriso

Ella è via, tratturo o sentiero interrotto.

Ogni donna un mistero svelato quaggiù

io mi vedo in fondo ai suoi occhi.

 Aloisia

Ogni uomo una voce, un sorriso,

egli è via, tratturo o sentiero interrotto.

Ogni uomo un mistero svelato quaggiù,

Io mi vedo in fondo ai suoi occhi.

 Folletti

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillano nel cielo blu.

 Mozart e Aloisia

Nell’emozione danzan le note…

Qui, nell’abbraccio profumato e accogliente

tu, amore, vibri in fondo al mio cuore…

Diventi suono…e porti il mio nome.

 Folletti

Sul pentagramma nudo ed oscuro

le note danzano allegre e gioiose

in minuetti e giri di valzer

prendono posto sicure e precise

Qui nell’abbraccio scandito dal tempo,

ora che il cielo feconda la terra

una chiave di sol apre il sipario

a mille folletti allegri e gioiosi.

Mille folletti beati e scattanti

sempre fissati in fondo al pensiero,

mille folletti scatenati e gioiosi

prendono posto sicuri e precisi.

 Folletti

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillano nel cielo blu.

 Mozart

Amare una donna per tracciare una via,

abbracciare una donna per entrare nel Nulla,

per spingersi oltre il tempo e lo spazio

dove risuonano mille armonie.

Amare una donna per amare la Vita

per abbracciare in lei le esistenze,

per diventare canale di vita

e dare alla storia il mio Sogno incantato.

 Folletti

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillano nel cielo blu.

 Mozart

Amare Aloisia per creare le stelle,

la forza che incontro nell’emozione

è un raggio di luce che lascia la terra,

lassù nel cielo la mia stella compare.

 Aloisia

Amare Amadè per creare le stelle

nei suoi abbracci mi lascio portare,

un raggio di luce lascia la terra

lassù nel cielo la mia stella compare.

Mozart e Aloisia

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillan nel cielo blu.

 Folletti

Noi creiamo le stelle

quelle lassù

quelle che brillan nel cielo

sempre più blu.

da: Mozart, la genialità di un ragazzo

 

Magia